Vai direttamente al contenuto principale
Sei qui: home > Il Territorio > Sant'Antonio Abate

Il territorio

Chiesa di Sant'Antonio Abate

La Chiesa di Sant'Antonio

La prima notizia scritta riguardante la chiesa di Sant'Antonio Abate risale al 1308. Fu danneggiata dal terremoto del 1348 e nel 1441 fu riparata conservando l'originaria struttura a capanna con un'unica navata.

Affreschi nella chiesa di Sant'AntonioNel 1470 si conclusero i lavori della facciata gotica in pietra d'Istria con il magnifico rosone raggiato e un portale in pietra nella cui lunetta sono collocate le effigi di Sant'Antonio Abate, di San Giovanni Battista e di Sant'Antonio da Padova.

È soprannominata la "Sistina del Friuli" perché al suo interno custodisce uno splendido ciclo di affreschi rinascimentali realizzato tra il 1497 e il 1522 da Martino da Udine, più conosciuto con il nome di Pellegrino da San Daniele, uno tra i più famosi pittori friulani dell'epoca.

Storie sacre e figure sono dipinte nel coro, nell'arco trionfale e nella parete di destra. Nella parete di sinistra, affreschi della fine del XIV secolo.

Visite virtuali

Puoi fare le visite virtuali dell'interno con i suoi bellissimi affreschi se hai istallato sul tuo computer:

1. il player di QuickTime. Puoi scaricarlo gratuitamente.

2. FlashPlayer. Puoi scaricarlo gratuitamente.

museodelterritorio@gmail.com